This is a Radical Intention

Our projects promote a synergy between subjectivities by creating collaborative working groups that bring forth a common critical reflection.

Conferences

2012

@Glenda Cinquegrana: the Studio

David Goldenberg – In search of Post Autonomy Talk  Saturday, October 6th 2012 at 4 o’clock PM

15922_mail.google.com.jpg_190x150DAVID GOLDENBERG : In search of Post Autonomy Talk Saturday, October 6th 2012 at 4 o’clock PM. Guest Speakers: Beatrice Catanzaro, Eleana Louka, Daniele Marx, Elisabeth Penker, Radical Intention, Wim Salki. IN CONJUNCTION WITH THE ARTS COUNCIL OF ENGLAND. The gallery Glenda Cinquegrana: the Studio is pleased to announce the talk that the David Goldenberg will stage at the gallery, called In search of Post Autonomy, as a complement of the exhibition The Scenarios of Post Autonomy, taking place until the 6th of October.

Milano indipendente, Lunedi’ 7 Maggio, Arci Bellezza, Milano

UnknownMilano indipendente, animato da un folto e agguerrito gruppo di luoghi fisici autogestiti, piattaforme di confronto e relazione senza uno spazio fisso, collettivi artistici e curatori ali, “che rivendicano notevole autonomia dalle griglie del sistema tradizionale dell’arte, creando strutture indipendenti più o meno complesse”. Da Boîte a Brown Project Space, Carrozzeria Margot, Lucie Fontaine, Mars, Radical Intention, Sottobosco, that’s contemporary, Visual Container. L’incontro – introdotto da Gennaro Castellano e Gabi Scardi e moderato presso Spazio Corale da Francesca Guerisoli – rilancia, allargando la piattaforma di partecipazione, alcuni temi sviluppati nella sezione Milano Indipendendente del volume Pratica al Plurale, a cura degli stessi Gennaro Castellano e Gabi Scardi (Officine Librarie, 2012). 2011

ARTISSIMA LIDO International Fair of Contemporary 2012, Torino, 9 – 11 November 2012

ARTISSIMA-LIDO1The parallel programming coordinated by Artissima in the city will include the second edition of the LIDO project, which has the more experimental mission of presenting the work of young artists. Held in the evenings after the fair closes for the day, Artissima LIDO will bring contemporary art in a number of unusual museums or atypical locations in the Quadrilatero Romano, a fascinating neighbourhood in the centre of Torino. This year, Artissima will invite five alternative non-profit spaces from around the world to present extraordinary exhibition projects especially conceived for these spaces.


2010

Progetto Diogene ZONE D’AUTONOMIA / ZONE DI COOPERAZIONE, Venerdì 18 giugno 2010 ore 19:00

tram01Progetto Diogene has been made possible thanks to financial support from Compagnia di San Paolo, the Piedmont Region and Arte Giovane; and the patronage of the Città di Torino, GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani and the collaboration of: GTT Gruppo Torinese Trasporti, Heliant, Neube Architettura, e/static, Spinola Banna Foundation for Art.

ZONE D’AUTONOMIA / ZONE DI COOPERAZIONE Un confronto tra tre realtà indipendenti di Torino, Milano e Venezia. Tre progetti collaborativi che creano spazi di dialogo tra l’arte e il pubblico. La discussione ha come obbiettivo quello di comprendere quali strategie sono state messe in atto, in rapporto a tematiche condivise quali il concetto di autonomia, di sostenibilità e di collaborazione. Progetto Diogene invita Cosa succede a…. e Radical Intention ad una group session, strutturata come un percorso conoscitivo, che procedendo di domanda in domanda, attuerà un dialogo sulle diverse esperienze, nel tentativo di fare della teoria una pratica e delle pratiche una teoria.Tram Diogene, Corso Regio Parco X  Corso Verona, Torino

Terreno di Confronto / Collecting People Venerdì 18 giugno 2010 ore 19:00 Radical Intention Michele D’Aurizio, Maria Pecchioli, Aria Spinelli Cosa succede a… (strategie di sopravvivenza) Daria Carmi, Valerio Del Baglivo, Michele Graglia Tram Diogene, X-roads Corso Regio Parco and Corso Verona, Turin, ITALY 

ZONES OF AUTONOMY / ZONES OF COOPERATION A comparison between three independent realities from three different cities: Turin, Milan and Venice. Three collaborative projects that create spaces for dialogue between art and public.
The debate aims to understand what kind of strategies  have been implemented in relation to issues such as the concept of shared autonomy, sustainability and collaboration. Diogenes project calls Cosa Succede a …and  Radical Intention to a group session, structured as a cognitive process. Through a series of questions, the talk aims to implement a dialogue between the different experiences, in an attempt to make a practice out of  theory and transform theory in to practice.

Terreno di Confronto / Collecting People PROGRAMME JUNE 2010 Friday 18 June 2010, 7 p.m. Radical Intention, Michele D’Aurizio, Maria Pecchioli, Aria Spinelli, Cosa succede a… (strategie di sopravvivenza)Daria Carmi, Valerio Del Baglivo, Michele Graglia
Tram Diogene, X-roads Corso Regio Parco and Corso Verona, Turin, ITALY 
Threesomem lunedì 17 maggio 2010, ore 17.00 pinksummer 

Palazzo Ducale-Cortile Maggiore Piazza Matteotti 28r 16123 Genova, Italy t/f +39 010 2543762 http://www.pinksummer.com

fuoco carta intestataIl 17 maggio alle 17 ospiterà la presentazione di un progetto indipendente che intende proporre una metodologia di lavoro inedita, nata dall’urgenza di cominciare qualcosa che le parole non sanno più dire, qualcosa che non è stato ancora fatto e che ancora non sappiamo cos’è.Alla recente diffusione di spazi indipendenti gestiti da artisti, la nostra idea risponde con un’apertura basata sulla sua natura proteiforme, libera dai vincoli di una programmazione e pronta ad accogliere collaborazioni di volta in volta differenti. Alla fissità di uno spazio espositivo, contrapponiamo un contenitore immateriale che diventa luogo per soddisfare l‘esigenza pressante di fare qualcosa e di farlo subito, lasciando da parte strategie, bandi e attese di finanziamenti pubblici a cui non ci interessa opporci, ma che tendiamo a scartare. E – fuori da tutto il resto – ancheSP333, un luogo per progetti site specific o forse solo uno spazio mentale di 80 mq, collocato nell’entroterra ligure e difficilmente raggiungibile. Vogliamo pensare che la nostra idea sia come un fuoco da campo che si accende ovunque, con qualsiasi cosa e ovunque può radunare gente, emanare calore e illuminare la notte. La sua forma cambia continuamente, ma sempre tende al cielo.

On May 17 at 5 p.m. Pinksummer will host the presentation of an independent project proposing a new method of working, created by the urgency of starting something that words can’t tell, something that has not yet been done and we still do not know what it is.Our idea responds to the recent spread of independent artist-run spaces with a wider aperture based on a protean format, free from any planning constraints and always ready to welcome diverse collaborations. To the fixity of an exhibition space, we oppose a immaterial container that turns into a place to meet the pressing need to do something and do it now, leaving aside strategies, expectations, calls and public funds which we do not stand against, but we just tend to discard.

RADICAL INTENTION e OPEN STUDIOS SECONDO PIANO

19 marzo 2010, ore 19 Radical Intention e Open Studios Secondo Piano ex Magazzini c/o via G: Arimondi 3, Roma

SECONDO PIANO_28924_34637Talk: Aria Spinelli e Maria Pecchioli
Il 19 marzo Radical Intention diventa nomade e presenta in collaborazione con gli Open Studios Secondo Piano, negli ex Magazzini di Via G. Arimondi, il primo appuntamento Romano. Aria Spinelli si confronta con l’artista Maria Pecchioli, innescando un dialogo e una discussione aperta sul suo coinvolgimento in progetti collaborativi, come Le Splash e Fosca, e sulla sua ricerca concettuale ed espressiva attraverso il video.

L’Altra Parte del Giorno curato da UNdo.net

Incontro 6 marzo 2010 dalle ore 15 alle 18 Teatro Out/Off via Mac Mahon, 16 Milano

1267647006bC’è molta gente che progetta, fa ricerche, sperimenta e guarda alle cose con logiche differenti da quelle che oggi ci sono imposte come le uniche possibili.  Abbiamo invitato a parlare sociologi, artisti, coreografi, epistemologi, curatori, rappresentanti di centri sociali, filosofi, urbanisti e autori di età molto diverse. Sarà un incontro pubblico che si svilupperà in una conversazione e in una pratica di open source culture. Per scoprire modelli diversi: intrecciati al presente, ma dall’altra parte del giorno.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Statistiche del Blog

  • 35,234 visite

Radical Intention on Flickr

IMG_0684

IMG_0737

IMG_0734

More Photos

like us on Facebook

Follow This is a Radical Intention on WordPress.com
%d bloggers like this: